Giro delle cime, una nuova avventura sugli sci

Il Giro delle Cime è l’anello di collegamento tra la cultura Sudtirolese e Veneta. Un’intera giornata all’insegna dello sport, la gastronomia e i paesaggi straordinari: quello delle Dolomiti di Sesto.
Martedì mattina 21 Febbraio: sono le 7,15 quando il sole invernale sorge sopra il gioiello delle Dolomiti di Sesto e illumina le mille cime della più grande Meridiana del mondo. Dopo una nevicata di 25 cm nella notte scorsa tutto risplende in bianco – proprio oggi è la giornata giusta per un viaggio avventura sugli sci con i nostril amici.

Pronti per aspettarsi una girandola di meraviglie partiamo alle nove dalla stazione a valle di Versciaco: abbiamo davanti tre vallate, quattro montagne, trenta chilometri di piste e10.000 metri di dislivello. Arrivati in cima del Monte Elmo (2.2oo m – il punto più alto del tour) scendiamo quasi come i primi di questa mattinata sulla pista soleggiata che ci porta a Sesto. Con il Salto, lo skibus, che ogni 10 minuti gira tra la stazione a valle della funivia Monte Elmo e la cabinovia Croda Rossa andiamo in direzione della Val Fiscalina.

Guarda che spettacolo: sui Prati di Croda Rossa ci salutano i giganteschi pupazzi di neve (alti 10 metri). Sulla pista Porzen incontriamo le cinque renne della Croda prima di entrare nel patrimonio naturale dell’umanità UNESCO.


Il tracciato della pista quasi intoccato ci fà passare alla malga Sella prima di arrivare al Passo Monte Croce. Dobbiamo fare due giri sulla pista “Marc Girardelli”. Poi passiamo il confine linguistico tra l’Alto Adige e il Veneto e scopriamo la nuova Ski Area Val Comelico a Padola. Bellissime piste – fra di loro anche quelle molto impegnative. Con il pulman torniamo alla Signaue, dove entriamo nella piccola Baita tirolese Pollaio per mangiare.

L’ultima discesa prima di andare al Monte Elmo facciamo sulla “Holzriese”, la pista battuta più ripida d’Italia con una pendenza del 72 %.

Arrivati in funivia sul altopiano dell’Elmo godiamo ancora il sole pomeridiano. Il gran finale di questa splendida giornata viene celebrato sulla pista Raut, la nera direttissima che ci porta a Versciaco, il punto di partenza di questo tour – da consigliare a ognuno, che vuole vivere lo spettacolo naturale nelle Dolomiti orientali.

Autore:
Christian Tschurtschenthaler, collaboratore degli impianti di risalita Dolomiti di Sesto – Alta Pusteria ha fatto il giro delle cime la settimana scorsa

Orari di apertura impianti di risalita

Orari di apertura impianti di risalita

Gli orari di apertura degli impianti di risalita sono:

Monte Elmo
Funivia Sesto 03/12/2010 – 10/04/2011: 08.50 – 16.30
dal 06/02/2011: fino alle 17.00

Cabinovia Versciaco
03/12/2010 – 10/04/2011: 08.45 – 16.30
dal 06/02/2011: fino alle 17.00

Croda Rossa
03/12/2010 – 25/04/2011: 08.45 – 16.30
dal 06/02/2011: fino alle 17.00

Waldheim
05/12/2010 – 03/04/2011: 09.00 – 16.00

Passo Monte Croce
20/11/2010 – 10/04/2011: 09.00 – 16.30

Baranci
03/12/2010 – 08/01/2011: 08.30 – 16.30
09/01/2011 – 12/02/2011: 08.30 – 16.45
13/02/2011 – 27/03/2011: 08.30 – 17.00

Dobbiaco
18/12/2010 – 27/03/2011: 09.00 – 16.30

Valle di Braies
18/12/2010 – 27/03/2011: 09.00 – 16.00

Se avete domande Vi aiutiamo volentieri. Per le risposte visitate www.facebook.com/altapusteria.info

Dove andare a sciare

Buongiorno, nei prossimi giorni sarò in vacanza con alcuni amici a Carbonin. Siamo degli appassionati di sci alpino e vorremmo un vostro consiglio sul dove andare a sciare. Arriveremo a Carbonin venerdì 3 sera e ripartiremo mercoledì 8. Vi ringrazio

Vi consigliamo le piste da sci del comprensorio Sextner Dolomiten Alta Pusteria che quest’inverno hanno potuto aumentare l’offerta con la Ski Area Comelico a un total di 77km di piste. Per usufruire degli impianti di risalita è sufficiente un’unico Skipass Sextner Dolomiten – Alta Pusteria (è valido anche lo Skipass Dolomiti Superski). Il ritorno a Sesto è garantito da un efficiente servizio navetta.

Sul Giro dell Cime potete attraversare cinque montagne conducendo alle principali attrattive di questo regno invernale. Il giro ruota attorno al Monte Baranci, alla Croda Rossa e al Monte Elmo con il collegamento alla Ski Area Comelico (Regione del Veneto) e con gli impianti di risalita di Dobbiaco e Braies a ovest.

Con un unico Skipass (Sextner Dolomiten-Alta Pusteria oppure il Dolomiti Superski) si possono raggiungere i highlights della zona, dalle leggendarie montagne del gigante Haunold fino ai pupazzi di neve giganti e agli unici esemplari di renne allo stato libero in Italia. Per coloro che desiderano ammirare le cime dolomitiche nel loro aspetto più straordinario vi è il punto panoramico più alto sul Monte Elmo, che permette inoltre di gettare lo sguardo sulle vette di Sesto, che formano la più maestosa meridiana al mondo.

A Natale 2010 il rifugio Gigante Baranci presso la stazione a monte della seggiovia, a 1493 m, risplenderà in una nuova luce. Il rinomato rifugio è stato infatti completamente riedificato in stile tirolese e grazie alle “Stuben” rustiche, realizzate tipicamente in legno, costituisce un punto di ristoro del tutto rinnovato e offre ai suoi ospiti un’accogliente atmosfera Après Ski.

Buon divertimento sulle piste da sci dell’Alta Pusteria!