La corona dell’Avvento

Raggiunto il mese di novembre, un periodo molto tranquillo nella Valle di Braies, dove i giorni sono già diventati più corti, i contadini della valle lavorano nei loro boschi. Abbattono gli alberi e preparano la legna per le loro stufe, perché l’inverno in montagna è abbastanza duro. Quando i contadini abbattono un bellissimo abete, ogni tanto anche di un’altezza da 50 metri, i rami sono messi accuratamente da parte, perché servono a portare avanti una bellissima tradizione tirolese, cioè quella di legare una bella corona d’Avvento. In quasi ogni casa tirolese durante il periodo dell’Avvento si trova questa corona particolare. Sebbene nel frattempo sia possibile comprarla in ogni negozio di fiori, in tante famiglie è fatta ancora in casa. Di solito è la mamma insieme ai suoi bimbi che si occupa della stesura della corona. Prende un cerchio prefabbricato di paglia e con und filo di ferro sottile lega lungo la circonferenza i rametti. Sulla base aggiunge nuovi ramoscelli di abete infittendo, via via, la sua corona. Successivamente va ornata con le quattro candele, tradizionalmente di colore rosso o viola, con fiocchi di nastro o anche con delle pigne, secondo gusto.

La corona va posta al centro della tavola del salone, dove i rami dell’abete rilasciano il loro profumo naturale.

La corona d’Avvento è un inno alla natura che riprende la vita, quando tutto, sembrerebbe finire, un inno alla luce che vince le tenebre, e quindi un inno a Cristo, vera luce, che viene a sconfiggere le tenebre del male e della morte. Il cerchio è un segno di eternità e unità, i rami sempre verdi sono i segni della speranza e della vita. Le quattro candele rappresentano le quattro domeniche di Avvento e hanno il significato della Speranza, della Pace, della Gioia dell’Amore.

Le candele vanno accese una per settimana, di sabato sera o di domenica, quando tutta la famiglia è riunita. Di solito l’accensione è riservata al più piccolo, proprio perché questa tradizione è nata per preparare i bambini al Natale. Durante la settimana si possono accendere le candele quando si prega o si mangia insieme oppure quando arriva un’ospite…

Annunci

periodo prenatalizio a Dobbiaco

I giorni diventano più corti, in Alta Pusteria la neve ha già fatto la sua comparsa e manca solo un mese a Natale.

Dobbiaco sta organizzando un ricco programma per immergervi nell’atmosfera natalizia:

Il conto alla rovescia d’avvento incomincia il 1 dicembre con l’apertura della prima porta del “calendario d’avvento illuminato” presso la Casa Biedenegg.

Il 2 dicembre alle ore 17.00 avrà luogo un concerto d’avvento presso il Centro Culturale Grand Hotel nella Sala Mahler a Dobbiaco. Suona il complesso “Brass Connection Tirol”, ingresso € 25,00.

L’ 8 dicembre tornano i diavoli a Dobbiaco. La più antica sfilata dei Krampus dell’Alto Adige parte alle ore 18.00 dietro la scuola media. Il corteo di circa 400 diavoli, accompagnato da San Nicolò, attraversa Viale San Giovanni fino al centro del paese. In centro, San Nicolò distribuisce piccoli doni ai bambini. Naturalmente sarà garantita una zona protetta dai Krampus. Dopo la sfilata ci si diverte ancora con la festa dei Krampus nel tendone riscaldato in centro.

Tra il 2 dicembre e il 6 gennaio 2013 avrà luogo la “Magia dei Presepi” lungo il viale degli acquisti a Dobbiaco, con i presepi esposti nelle vetrine dei negozi. Il 15/12, 22/12 e 26/12 suonano per voi diverse bande con musica dal vivo e canzoni natalizie e saranno servite piccole degustazioni.

Abbiamo organizzato qualcosa anche per chi ama lo sport. Il pacchetto vacanza “Golden Ski Time” vi da la possibilità di sciare nei periodi 24/11 – 05/12/12 e 10/12 – 22/12/12 gratis sulle piste dell’Alta Pusteria! Le strutture e gli impianti di risalita propongono un eccezionale pacchetto promozionale: prenotando almeno 4 notti in una struttura aderente alla promozione, l’esercizio offre agli ospiti lo skipass Dolomiti di Sesto/Alta Pusteria gratuito per un periodo pari ai giorni di permanenza! 4 pernottamenti = skipass gratuito per 4 giorni. Ulteriori informazioni e gli alloggi partecipanti trovate qui.

Preparate la valigia e correte a Dobbiaco in Alta Pusteria, a godervi l’ incantevole atmosfera prenatalizia!

Autore: Angelika Pfeifhofer