Giro delle cime, una nuova avventura sugli sci


Il Giro delle Cime è l’anello di collegamento tra la cultura Sudtirolese e Veneta. Un’intera giornata all’insegna dello sport, la gastronomia e i paesaggi straordinari: quello delle Dolomiti di Sesto.
Martedì mattina 21 Febbraio: sono le 7,15 quando il sole invernale sorge sopra il gioiello delle Dolomiti di Sesto e illumina le mille cime della più grande Meridiana del mondo. Dopo una nevicata di 25 cm nella notte scorsa tutto risplende in bianco – proprio oggi è la giornata giusta per un viaggio avventura sugli sci con i nostril amici.

Pronti per aspettarsi una girandola di meraviglie partiamo alle nove dalla stazione a valle di Versciaco: abbiamo davanti tre vallate, quattro montagne, trenta chilometri di piste e10.000 metri di dislivello. Arrivati in cima del Monte Elmo (2.2oo m – il punto più alto del tour) scendiamo quasi come i primi di questa mattinata sulla pista soleggiata che ci porta a Sesto. Con il Salto, lo skibus, che ogni 10 minuti gira tra la stazione a valle della funivia Monte Elmo e la cabinovia Croda Rossa andiamo in direzione della Val Fiscalina.

Guarda che spettacolo: sui Prati di Croda Rossa ci salutano i giganteschi pupazzi di neve (alti 10 metri). Sulla pista Porzen incontriamo le cinque renne della Croda prima di entrare nel patrimonio naturale dell’umanità UNESCO.


Il tracciato della pista quasi intoccato ci fà passare alla malga Sella prima di arrivare al Passo Monte Croce. Dobbiamo fare due giri sulla pista “Marc Girardelli”. Poi passiamo il confine linguistico tra l’Alto Adige e il Veneto e scopriamo la nuova Ski Area Val Comelico a Padola. Bellissime piste – fra di loro anche quelle molto impegnative. Con il pulman torniamo alla Signaue, dove entriamo nella piccola Baita tirolese Pollaio per mangiare.

L’ultima discesa prima di andare al Monte Elmo facciamo sulla “Holzriese”, la pista battuta più ripida d’Italia con una pendenza del 72 %.

Arrivati in funivia sul altopiano dell’Elmo godiamo ancora il sole pomeridiano. Il gran finale di questa splendida giornata viene celebrato sulla pista Raut, la nera direttissima che ci porta a Versciaco, il punto di partenza di questo tour – da consigliare a ognuno, che vuole vivere lo spettacolo naturale nelle Dolomiti orientali.

Autore:
Christian Tschurtschenthaler, collaboratore degli impianti di risalita Dolomiti di Sesto – Alta Pusteria ha fatto il giro delle cime la settimana scorsa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...