L’acqua e l’Alta Pusteria


L’Alta Pusteria e l’acqua hanno un legame molto stretto. Sulla Sella di Dobbiaco, a 1212 metri sul livello del mare, passa infatti lo spartiacque che divide i bacini idrografici del Mar Mediterraneo e del Mar Nero. Due fiumi nascono qui, la Drava e la Rienza.

La Drava nasce nella conca di Dobbiaco, ai piedi della Cima Nove e si avvia verso est, attraversa il confine con l’Austria a Prato alla Drava, corre verso Lienz e poi Klagenfurt, attraversa il confine con la Slovenia, tocca Maribor, prosegue sempre verso est e segna per molti chilometri il confine tra la Slovenia e l’Ungheria. Si getta nel Danubio poco oltre la città di Osijek. Insieme alle acque del Danubio attraversa ancora la  Serbia, segna il confine tra la Romania e la Bulgaria ed infine si getta nel Mar Nero.

La Rienza sgorga dalla zona delle Tre Cime di Lavaredo, tra il Monte Piano ed il Monte Rudo, ripiega al Lago di Landro attraversando la valle dallo stesso nome, forma il Lago di Dobbiaco e si avvia a ovest, scendendo lungo la Val Pusteria. Poco prima di Bressanone, le sue acque entrano in quelle dell’Isarco ed insieme si gettano nell’Adige, in prossimità di Bolzano. L’Adige attraversa il Trentino e buona parte del Veneto per andare a sfociare nell’Alto Adriatico, in prossimità di Chioggia.

  

I Laghi

Molti laghi e laghetti arricchiscono la geografia dell’Alta Pusteria, alcuni dei quali sono molto noti per le loro acque cristalline: Lago di Braies, Lago di Dobbiaco, Lago di Landro.

  • Il Lago di Braies è contornato da alte e pallide montagne rocciose. Le sue acque sono considerate curative da tempi immemorabili ed una leggenda ne conferma la bontà. Il lago è alimentato da una moltitudine di sorgenti, fonti e pozze d’acqua.
     

    Il Lago di Braies

 

  • Il Lago di Dobbiaco è alimentato dalle acque del fiume Rienza, suo immissario ed emissario, e si è formato dagli smottamenti dei monti Cima Nove e Monte Serla. E’ lungo circa 600 metri e largo 400, con una profondità massima di 6 metri. Già nel XVII secolo il topografo Marx S. von Wolkenstein ne lodava la pescosità. Le sue rive ospitano un campeggio e un percorso geologico-faunistico-botanico ne illustra le peculiarità.

    Lago di Dobbiaco

  •  Il Lago di Landro, lungo la strada tra Dobbiaco e Cortina, si è formato dallo sbarramento della valle, dove sorge il Rienza. Presenta un volume d’acqua assai mutevole, allo scioglimento delle nevi le sue acque sono limpide ed abbondanti, nella stagione estiva si riducono in maniera sorprendente.

Il Lago di Landro con il Monte Cristallo

 

Il sentiero delle sorgenti a Braies

Il nuovo sentiero didattico conduce in zone pressochè intatte del Parco Naturale di Fanes-Sennes-Braies, dove si trova una delle più belle aree sorgentizie dell’intero Alto Adige. Il “Sentiero delle sorgenti” è parte del sentiero n° 37, ben segnato e facilmente percorribile. Lungo il percorso, diverse tavole illustrano sulla flora e sulla fauna particolari del luogo, sulla tutela e sull’utilizzo delle sorgive, sul ciclo dell’acqua e sulle zone protette.

  

Tesori d’acqua a Dobbiaco

Dobbiaco è ricca di fonti d’acqua e sono stati catalogati 7 diversi “tesori”. Da qui il nome di “Tesori d’acqua”, che si valgono di diverse installazioni:

> Fonte della Drava

> Installazione “Dobbiaco-Spartiacque nel cuore d’Europa”

> Piattaforma panoramica al Lago di Dobbiaco

> Centrale elettrica nella fonderia

> Forni di fusione ad azionamento idraulico a Klauskofel

> Degustazione dell’acqua potabile “Toblacher ZweiWasser”

> Labirinto – Fonte d’energia e forza

Oltre ad essere lo spartiacque tra il Danubio e l’Adige, come più sopra detto, Dobbiaco attinge l’acqua  potabile da due diverse falde acquifere d’altissima qualità. Una è situata tra le rocce calcaree delle Dolomiti e l’altra tra le rocce ferrose delle Alpi Centrali. A ciò si aggiungono i due bellissimi laghi di Dobbiaco e di Landro.

 

Villabassa primo paese del benessere Kneipp® d’Italia

Villabassa ha acquisito la licenza di “Primo paese del Benessere Kneipp®” grazie alle sorgenti di acque minerali del paese: la fonte “Stefani” al Weiherbad e la “fons salutis” di Pian di Maia. Al Kurpark è stato realizzato un percorso con impianti per le terapie Kneipp, con la vasca per la camminata in acqua, una vasca per le abluzioni per viso e braccia, una colonna per i getti d’acqua, una vasca con argilla, un sentiero per camminare a piedi nudi, un prato della rugiada, una collina dei profumi, una spirale delle erbe selvatiche e un giardino delle golosità.

Impianto Kneipp a Villabassa

Novità al parco del benessere Kneipp®: verrà costruito un inalatorio all’aperto e il padiglione per l’acqua alimentato dall’acqua della fons salutis dei bagni di Pian di Maia. Ispirata dal marchio Kneipp®, l’idroterapia ha lo scopo di migliorare le capacità di difesa dell’organismo e di allenare le sue funzioni vitali. Il futuro vedrà la realizzazione del progetto “Kneipp a scuola” affinchè la prevenzione divenga abitudine.

 

Acquafun a San Candido

L’imponente complesso, qualcosa di più di una semplice piscina coperta, dell’Acquafun di San Candido si divide in quattro piani: a pianoterra si trova la piscina vera e propria, con una vasca di 25 metri che può ospitare anche gare di nuoto organizzate dalla federazione; all’interno uno scivolo di 75 metri che parte dal terzo piano della costruzione; un idromassaggio accanto alla vasca grande, ossia una vasca rotonda con alcune uscite d’aria che formano una sorta di corrente, simile a quella di un torrente naturale, in cui si può scegliere di nuotare controcorrente o di lasciarsi da essa trasportare; sopra la piscina, con ampia vetrata aperta per vedere le evoluzioni dei bagnanti, un grande ristorante aperto ai bagnanti ed ai clienti esterni. Al piano superiore c’è una grande sauna con quattro spazi diversi: sauna finlandese a 95°, biosauna a 65°, bagno turco e sala per le saune aromatiche. All’ultimo piano, il reparto beauty-farm offre massaggi, fanghi ed altre particolari tecniche di rilassamento.

Divertimento per tutta la famiglia nella piscina Acquafun

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...