Tradizioni durante la settimana di Pasqua


La Settimana Santa in Alta Pusteria è caratterizzata da numerose tradizioni. I singoli giorni sono dedicati ad attività particolari, e gran parte della popolazione ancora oggi segue scrupolosamente questi usi tramandati di generazione in generazione.

La Domenica delle Palme introduce la settimana della passione di Cristo. Nei giorni precedenti i bambini della scuola elementare preparano un mazzo di rami d’ulivo e salice che viene legato ad una stanga di legno lunga e ornato con carta colorata creppata a strisce. Questa “scopa” viene portata a benedire in chiesa la Domenica delle Palme. In caso di temporale o pericolo di fulmine durante l’estate vengono bruciati alcuni rami nella stufa di casa.

 

Secondo una vecchia usanza il Giovedì Santo si colorano le uova: si prendono delle uova già sode e si immergono in bagni di colori sintetici. Alcune famiglie decorano queste uova con delle decalcomanie che rappresentano vari motivi pasquali. Una volta per colorare le uova si usavano varie erbe e fiori, come le campanule, i culmi della segale, l’achillea e in particolare le bucce delle cipolle che venivano mischiate a pezzi di carta colorata. Il tutto veniva chiuso in un pezzo di stoffa e immerso nell’acqua bollente, avendo come risultato dei motivi magnifici e colori incredibili.

Preisguffen a Villabassa
È un’usanza molto vecchia. La gara consiste nel rompere l’uovo dell’avversario: prima le due punte e poi le due parti più rotonde dell’uovo. L’uovo che non si rompe, ha vinto. A Villabassa a questa tradizione viene data un’importanza particolare. La Domenica di Pasqua, dopo la Santa Messa, la popolazione si ritrova in piazza dove c’é la gara di „Eierguffen“.Le uova per la gara si possono acquistare direttamente alla bancarella: sono appositamente dipinte dall’organizzazione, affinché nessuno possa barare. Belli e ricchi sono i premi in palio. Allora a presto e che vinca il migliore!

Il Venerdì Santo si commemora la Via Crucis di Gesù fino alla sua morte. Il Venerdì Santo (anche Venerdì del Silenzio) nella Chiesa alla Santa Trinità di Villabassa viene allestito il Santo Sepolcro che rimane aperto ai fedeli fino al Lunedì dell’Angelo. Intorno al Sepolcro vengono messe tante bocce colorate riempite d’acqua. Dietro queste bocce bruciano candele e immergono il Sepolcro in una luce magica. Il Santo Sepolcro di Villabassa è uno dei più grandi e bei Santi Sepolcri dell’Alto Adige. Nella Cappella di Lerschach, all’ingresso di Dobbiaco, è stato ricostruito il sepolcro di Gesù. Il Venerdì Santo si può visitare il Santo Sepolcro.

La Domenica di Pasqua in chiesa vengono benedetti i cestini pasquali: contengono vari tipi di salumi, lo ”speck” fatto lessare il Venerdì Santo, le radici del rafano, le uova colorate, ma anche varie forme di pane e nel mezzo un agnello pasquale fatto di burro, pane dolce o zucchero. Per Pasqua i bambini ricevono in regalo dai padrini di battesimo i nidi di Pasqua con piccole uova di zucchero, il coniglio di Pasqua di cioccolata, una treccia di pane dolce e qualche volta anche qualcosa di vestiario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...